Concerto del Solstizio 2022

June 9th, 2022 | Posted by SalottoMusicale in Eventi | Novità | Silea | Treviso - (Comments Off on Concerto del Solstizio 2022)

SABATO 18 GIUGNO 2022 ORE 5:30
Area della Centrale Elettrica, Via Alzaia, Silea

Concerto del Solstizio
Fiumi, scrittori e musica per un viaggio oltre confine

Cappella Altoliventina
Sandro Bergamo, basso
Martina Zaccarin, soprano
Luciano Russo, arciliuto, liuto, chitarra

Letture da Pier Paolo Pasolini e Nico Naldini a cura di Enrico Corradini, scrittore

Ingresso libero e gratuito
Si invita il gentile pubblico a portare una coperta o un seggiolino per accomodarsi sul prato

Info e prenotazioni: treviso@salottomusicale.it

All’alba di sabato 18 giugno si rinnova l’appuntamento con la musica e la letteratura lungo le sponde del fiume Sile, con la decima edizione del “Concerto del solstizio”, organizzato da Salotto Musicale con la collaborazione del Comune di Silea – Assessorato alla Cultura. Nato nel 2013 da un’idea del direttore d’orchestra Stefano Mazzoleni e della giornalista Cristiana Sparvoli, subito “sposata” dall’allora sindaco Silvano Piazza, il concerto al levar del sole è divenuto l’evento inaugurale dell’estate culturale proposta dall’amministrazione comunale di Silea ed il prologo della Festa internazionale della musica, che dal 1982 viene celebrata in tutta Europa il 21 giugno, giorno del solstizio d’estate.

Lo scenario come sempre è l’ampia area verde accanto alla centrale elettrica in via Alzaia a Silea (inizio ore 5:30). Quest’anno Cristiana Sparvoli e Sarah Mazzoleni, che curano la direzione artistica, hanno voluto dare una valenza particolare al programma prescelto, per festeggiare il decennale dell’evento, a partire dal titolo: “Concerto del Solstizio. Fiumi, scrittori e musica per un viaggio oltre confine”. L’idea è quella di creare un clima d’unione fra territori geograficamente e culturalmente affini, come il Veneto e il Friuli, attraverso anche il gemellaggio ideale fra i fiumi Sile e Livenza e la lettura di pagine di due intellettuali che hanno lasciato una profonda traccia in queste regioni: Pier Paolo Pasolini, nato il 5 marzo del 1922, legatissimo fin dall’infanzia a Casarsa della Delizia, paese di origine della madre ed a cui dedicò le prime poesie in friulano, pubblicate nel 1942, e Nico Naldini, scrittore, poeta e cugino di Pasolini, di cui è stato il biografo, nato nel 1929 a Casarsa della Delizia, scomparso nel settembre 2020, a 91 anni, nella sua casa di Treviso, città che aveva eletto a sua dimora ed in cui operò a lungo per la promozione del “Premio Comisso”.

Il trait d’union tra il Sile e il Livenza è anche la musica. Protagonista del concerto sarà una prestigiosa realtà culturale pordenonese: la Cappella Altoliventina, l’insieme vocale dell’Associazione Culturale Altoliventina che organizza l’Altolivenzafestival, festival di musica classica ambientato nelle chiese, nei palazzi, nelle ville e nei parchi dell’Altolivenza. Di organico variabile, a seconda del programma proposto, la Cappella Altoliventina, di cui Sandro Bergamo è fondatore e direttore fin dalle origini, predilige particolarmente la dimensione madrigalistica e il repertorio rinascimentale e barocco, dedicando ampio spazio, accanto ai maestri dell’epoca, alla ricerca di espressioni musicali del Friuli e del Veneto Orientale, con prime esecuzioni di inediti cinque e seicenteschi.

A Silea l’ensemble proporrà un programma di musiche seicentesche a una o due voci e continuo, i cui testi verteranno in gran parte sul tema della natura così come intesa dall’Arcadia, data anche l’ambientazione “verde” nell’atmosfera, amplificata dalla prima luce del giorno sulle acque del fiume Sile. Caccini, Kapsberger, Bassani, Frescobaldi, Verdelot, Bottegari, da Palestrina, Legrenzi, Galilei, Foscarini, Turini e Peri sono i compositori, attivi tra il XVI e il XVII secolo, selezionati ed eseguiti da Sandro Bergamo (basso), insieme a Martina Zaccarin (soprano) e Luciano Russo (liuto, arciliuto e chitarra). Le esecuzioni musicali saranno alternate da scritti di Pasolini e Naldini, pagine scelte e lette da Enrico Corradini, designer, autore di testi teatrali e canzoni, interprete di performance teatrali e film. Nel settembre 2021 ha pubblicato il romanzo thriller”Il cormorano nero” (Edizioni Chartesia), che ha come ambientazione il fiume Sile.

Concerto del Solstizio 2021

June 10th, 2021 | Posted by SalottoMusicale in Eventi | Silea | Treviso - (Comments Off on Concerto del Solstizio 2021)

SABATO 19 GIUGNO 2021 ORE 5:30
Concerto del Solstizio

Area della centrale elettrica, via Alzaia, Silea

Musica di Astor Piazzolla a cura di Tragos de Tango
Lino Brotto, chitarra
Daniele Vianello, contrabbasso
Walter Lucherini, bandoneon

Letture da “La luce dei tempi” di Stefano Mazzoleni

Ingresso libero e gratuito

Cento anni fa, l’11 marzo 1921, nasceva a Mar della Plata Astor Piazzolla (scomparso a Buenos Aires il 4 luglio 1992), il più importante musicista, compositore e arrangiatore argentino, strumentista d’avanguardia e riformatore del tango, contaminato con le sonorità jazz. A questa straordinaria figura è dedicata la nona edizione del “Concerto del Solstizio 2021“, in calendario al levar del sole di sabato 19 giugno (inizio dalle ore 5.30), nell’area verde accanto alla centrale elettrica in via Alzaia a Silea.

Protagonista dell’evento sarà un trio veneto di recente formazione, il Tragos de Tango, che il chitarrista jazz Lino Brotto ha creato insieme a Daniele Vianello (contrabbasso) e Walter Lucherini (bandoneon), per  ripercorrere  il repertorio del geniale musicista argentino, inserendo nuove atmosfere e sonorità.

Quello di Lino Brotto è un gradito ritorno nella programmazione del concerto del solstizio all’alba, format lanciato nel 2013 dal “Salotto Musicale”, da un’intuizione del maestro Stefano Mazzoleni e della giornalista Cristiana Sparvoli, organizzato con il prezioso sostegno  dell’Assessorato  alla Cultura del Comune di Silea , che con questo apppuntamento apre la sua programmazione estiva. L’iniziativa è il prologo della Festa internazionale della musica, che dal 1982 viene celebrata in tutta Europa il 21 giugno, giorno del solstizio d’estate.

Nel silenzio del nuovo giorno che nasce, sulle acque del Sile risuoneranno le note di  “Morte del angel”,  “Vuelvo al sur”, “Primavera”, “Jeanne y Paul”, “Milonga del angel”, “Michelangelo ’70”, “Oblivion”  e “Libertango“, tra le più note composizioni di Astor Piazzolla, ma anche pagine di autori argentini che hanno lasciato un’impronta sulle origini della sua arte, come Carlos Gardel (“Volver”) e Anibal Troilo (“Sur”).

Quest’anno il “Concerto del Solstizio” avrà una valenza particolare: segna il debutto, nell’inedita veste di scrittore, del direttore d’orchestra e compositore  Stefano Mazzoleni, autore del romanzo “La luce dei tempi“, appena pubblicato a cura di Diastema, casa editrice trevigiana specializzata nella narrativa musicale. Mazzoleni narra un fantastico viaggio attraverso la storia, i colori e i sapori della Turchia, che diventa un viaggio alla scoperta di sé per raggiungere la bellezza e il sublime. Sullo sfondo del racconto risuona un’arcana melodia, che accompagna i due protagonisti all’inseguimento di un libro misterioso.

Per il pubblico del concerto all’alba, la casa editrice Diastema e Sarah Mazzoleni, figlia di Stefano, hanno selezionate delle pagine scelte per offrire un’anteprima del romanzo. La lettura  sarà affidata a Doriana Vercesi, speaker professionista da oltre trent’anni, già conduttrice di Radio Treviso Alfa, collaboratrice di RaiRadio 2, voce di documentari di Rai Educational e di importanti campagne pubblicitarie.

Per accedere all’area del concerto (ingresso libero e gratuito) il pubblico dovrà seguire le prescrizioni previste dalla normativa vigente, per contrastare la diffusione del contagio da Covid-19.  Come già nelle precedenti edizioni, gli organizzatori invitano gli spettatori ad indossare abiti con colori chiari, in sintonia con il chiarore dell’alba, e di portare una coperta, o un seggiolino, sul quale accomodarsi per godersi il concerto nel grande prato.

In caso di maltempo (tale da rendere impraticabile l’area verde) l’evento sarà annullato.

Per maggiori informazioni: treviso@salottomusicale.it

Concerto del Solstizio – Sabato 20 Giugno 2020

June 15th, 2020 | Posted by SalottoMusicale in Eventi | Silea | Treviso - (Comments Off on Concerto del Solstizio – Sabato 20 Giugno 2020)

SABATO 20 GIUGNO 2020 ORE 5:30
AREA DELLA CENTRALE ELETTRICA, VIA ALZAIA, SILEA

CONCERTO DEL SOLSTIZIO 2020
DUO TAGLIAMENTO – SCATTOLIN
Paolo Tagliamento, violino
Massimo Scattolin, chitarra
Letture a cura di Gian Domenico Mazzocato

Musiche di Paganini, Giuliani e Sarasate

Torna anche quest’anno il tradizionale concerto del solstizio d’estate sulle rive del fiume Sile, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Silea. 

Giunto all’ottava edizione, il concerto di quest’anno vuole in qualche modo anche simbolicamente rappresentare la rinascita della cultura dopo mesi di buio. Anche quest’anno il primo sole d’estate sorgerà accompagnato da dell’ottima musica, a cura del duo composto dal celebre chitarrista trevigiano Massimo Scattolin e dal giovanissimo violinista Paolo Tagliamento. Reduci da un tour di grande successo di svariati mesi in Australia, il duo propone un programma molto accattivante e virtuosistico per entrambi gli strumenti: da Paganini a Giuliani fino a Pablo de Sarasate, la loro sonorità conquisterà gli ascoltatori.

Anche quest’anno il concerto all’alba di Silea coniuga musica e letteratura. Ospite dell’evento sarà l’eclettico scrittore, viaggiatore, latinista  e fotografo Gian Domenico Mazzocato, con la lettura di alcuni versi che entreranno nella sua prossima silloge poetica, D’occasione e altro (il titolo provvisorio), con la prefazione di Loretto Rafanelli, una delle voci altissime della poesia italiana contemporanea. Il nucleo di queste liriche è intimamente legato alla recente esperienza di quella che lo scrittore trevisano chiama “prigione da pandemia”. Giorni straniati in cui sono riaffiorati ricordi, emozioni, affetti. Particolarmente emozionanti i versi dedicati, in giorni di immobilità assoluta, alle memorie di viaggio che nella poesia di Mazzocato assumono un valore assoluto e si fanno esempio della voglia di andare avanti, di non fermarsi sugli ostacoli. L’autore medita sul male del mondo, ma suggerisce e schiude la finestra alla speranza.

Il concerto è come sempre a ingresso libero e gratuito, si invita il pubblico a portare con sé una coperta o un seggiolino per accomodarsi sul prato e quest’anno anche una mascherina. Il concerto sarà svolto in ottemperanza alle normative di sicurezza coronavirus e in caso di pioggia sarà annullato.

MASSIMO SCATTOLIN

Dopo alcuni incontri con il celebre Maestro Andrès Segovia, ha studiato con Alirio Diaz, il quale definì quella di Massimo Scattolin una squisita arte chitarristica e musicale.  

 In Europa, Cina, Australia e nelle Americhe la sua arte ha conquistato pubblico e critica, che lo ha unanimemente definito “uno dei migliori esecutori della chitarra”; è il primo chitarrista italiano titolare di cattedra di master al “Mozarteum” di Salisburgo. Numerosi compositori, come ad esempio Archer, Piazzolla, Morricone, gli hanno dedicato loro opere. Notevole anche  la sua produzione discografica che vanta più di 50 titoli.

PAOLO TAGLIAMENTO

Nato a Conegliano nel 1997 si diploma a 15 anni con 10, lode e menzione speciale al Conservatorio “Giuseppe Verdi”di Milano. Nel 2015 conquista il primo premio al Concorso Internazionale di Violino “Premio Rodolfo Lipizer” di Gorizia, diventando il primo e fino ad oggi unico vincitore italiano nella storia del concorso. Attualmente si perfeziona con Ana Chumachenco presso la Hochschule für Musik und Theater di Monaco di Baviera. Nel contempo ha il privilegio e l’onore di ricevere la stima e i consigli artistici del grande violinista italiano Uto Ughi, suo primo grande ispiratore. Suona un violino costruito da Pietro Rogeri a Brescia nel 1701, detto “il Milanollo”, già suonato un tempo anche da David Oistrakh.

GIAN DOMENICO MAZZOCATO

Gian Domenico Mazzocato è uno degli autori trevigiani più noti. Fine latinista, poeta e scrittore, è considerato uno dei narratori della cultura e della storia veneta più raffinati e attenti. Tra la sua vasta produzione, degno di nota è l’ultimo romanzo “Il castrato di Vivaldi”, dove l’autore coniuga la nostra storia con quella della musica, dando al romanzo un respiro a livello più ampio e internazionale. L’autore leggerà brani tratti da opere della sua produzione.

Sabato 22 Giugno – Concerto del solstizio

June 9th, 2019 | Posted by SalottoMusicale in Eventi | Silea - (Comments Off on Sabato 22 Giugno – Concerto del solstizio)

SABATO 22 GIUGNO ORE 5:30 – AREA DELLA CENTRALE ELETTRICA, VIA ALZAIA, SILEA
ALMA SWING
Lino Brotto, chitarra principale
Mattia Martorano, violino,
Andrea Boschetti, chitarra ritmica
Beppe Pilotto, contrabbasso

Letture a cura di Max Solinas, autore de “Il lupo e l’equilibrista” (Garzanti editore)

 

Anche quest’anno torna il tradizionale concerto del solstizio d’estate, proposto dall’assessorato alla cultura del Comune di Silea, in collaborazione con il Salotto Musicale. Giunto ormai alla settima edizione, quest’anno propone un programma diverso rispetto agli anni scorsi: protagonisti della parte musicale saranno infatti gli Alma Swing, gruppo famoso per le sue sonorità swing tipiche della Parigi Anni Trenta, tra cui spicca il tributo al grande chitarrista manouche Django Reinhardt. Quest’anno ci proietteremo verso l’estate infatti in modo vivace e frizzante, accompagnati dalla ritmica dei ruggenti anni Trenta.
Ad alternare i momenti musicale saranno le letture di Max Solinas, scrittore e scultore di Cison di Valmarino, che ha recentemente pubblicato un libro dal titolo “Il lupo e l’equilibrista” con Garzanti Editore, da cui leggerà alcuni brani.

Ingresso libero e gratuito come tutti gli anni. Invitiamo il pubblico a vestirsi con colori chiari e a portarsi una coperta o un seggiolino sul quale accomodarsi sul prato per godersi il concerto.

In caso di maltempo il concerto si terrà presso il centro Tamai, Silea.

Treviso, 7 Aprile ’44

March 20th, 2019 | Posted by SalottoMusicale in Eventi | Treviso | Treviso città - (Comments Off on Treviso, 7 Aprile ’44)

DOMENICA 7 APRILE 2019 ORE 17:30 – TEATRO COMUNALE MARIO DEL MONACO, TREVISO
“TREVISO, 7 APRILE ’44”
Stefano Mazzoleni, direttore
Giacomo Franci, pianoforte
Orchestra Filarmonica del Veneto

In occasione del 75° anniversario del bombardamento di Treviso, i Maestri Gianni Ephrikian e Stefano Mazzoleni hanno voluto omaggiare la città di Treviso con una composizione originale scritta in memoria di quel tragico giorno. “Treviso, 7 Aprile ’44” sarà infatti eseguito in prima esecuzione assoluta in occasione di questo concerto, per il quale è stato composto appositamente. Oltre a questo, anche il concerto per pianoforte ed orchestra “Marco Polo”, recentemente insignito della medaglia d’argento ai Music Awards di San Diego (USA), verrà eseguito in prima esecuzione assoluta.

Biglietti:
Posti in platea e palchi centrali 25 euro, palchi laterali 20 euro, loggione 15 euro.
Prevendita: Mezzoforte, via Giovanni Pascoli 11, Treviso, tel. 0422 540365 (+1 euro D.P.)