Concerto del Solstizio – Sabato 20 Giugno 2020

June 15th, 2020 | Posted by SalottoMusicale in Eventi | Silea | Treviso - (Comments Off on Concerto del Solstizio – Sabato 20 Giugno 2020)

SABATO 20 GIUGNO 2020 ORE 5:30
AREA DELLA CENTRALE ELETTRICA, VIA ALZAIA, SILEA

CONCERTO DEL SOLSTIZIO 2020
DUO TAGLIAMENTO – SCATTOLIN
Paolo Tagliamento, violino
Massimo Scattolin, chitarra
Letture a cura di Gian Domenico Mazzocato

Musiche di Paganini, Giuliani e Sarasate

Torna anche quest’anno il tradizionale concerto del solstizio d’estate sulle rive del fiume Sile, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Silea. 

Giunto all’ottava edizione, il concerto di quest’anno vuole in qualche modo anche simbolicamente rappresentare la rinascita della cultura dopo mesi di buio. Anche quest’anno il primo sole d’estate sorgerà accompagnato da dell’ottima musica, a cura del duo composto dal celebre chitarrista trevigiano Massimo Scattolin e dal giovanissimo violinista Paolo Tagliamento. Reduci da un tour di grande successo di svariati mesi in Australia, il duo propone un programma molto accattivante e virtuosistico per entrambi gli strumenti: da Paganini a Giuliani fino a Pablo de Sarasate, la loro sonorità conquisterà gli ascoltatori.

Anche quest’anno il concerto all’alba di Silea coniuga musica e letteratura. Ospite dell’evento sarà l’eclettico scrittore, viaggiatore, latinista  e fotografo Gian Domenico Mazzocato, con la lettura di alcuni versi che entreranno nella sua prossima silloge poetica, D’occasione e altro (il titolo provvisorio), con la prefazione di Loretto Rafanelli, una delle voci altissime della poesia italiana contemporanea. Il nucleo di queste liriche è intimamente legato alla recente esperienza di quella che lo scrittore trevisano chiama “prigione da pandemia”. Giorni straniati in cui sono riaffiorati ricordi, emozioni, affetti. Particolarmente emozionanti i versi dedicati, in giorni di immobilità assoluta, alle memorie di viaggio che nella poesia di Mazzocato assumono un valore assoluto e si fanno esempio della voglia di andare avanti, di non fermarsi sugli ostacoli. L’autore medita sul male del mondo, ma suggerisce e schiude la finestra alla speranza.

Il concerto è come sempre a ingresso libero e gratuito, si invita il pubblico a portare con sé una coperta o un seggiolino per accomodarsi sul prato e quest’anno anche una mascherina. Il concerto sarà svolto in ottemperanza alle normative di sicurezza coronavirus e in caso di pioggia sarà annullato.

MASSIMO SCATTOLIN

Dopo alcuni incontri con il celebre Maestro Andrès Segovia, ha studiato con Alirio Diaz, il quale definì quella di Massimo Scattolin una squisita arte chitarristica e musicale.  

 In Europa, Cina, Australia e nelle Americhe la sua arte ha conquistato pubblico e critica, che lo ha unanimemente definito “uno dei migliori esecutori della chitarra”; è il primo chitarrista italiano titolare di cattedra di master al “Mozarteum” di Salisburgo. Numerosi compositori, come ad esempio Archer, Piazzolla, Morricone, gli hanno dedicato loro opere. Notevole anche  la sua produzione discografica che vanta più di 50 titoli.

PAOLO TAGLIAMENTO

Nato a Conegliano nel 1997 si diploma a 15 anni con 10, lode e menzione speciale al Conservatorio “Giuseppe Verdi”di Milano. Nel 2015 conquista il primo premio al Concorso Internazionale di Violino “Premio Rodolfo Lipizer” di Gorizia, diventando il primo e fino ad oggi unico vincitore italiano nella storia del concorso. Attualmente si perfeziona con Ana Chumachenco presso la Hochschule für Musik und Theater di Monaco di Baviera. Nel contempo ha il privilegio e l’onore di ricevere la stima e i consigli artistici del grande violinista italiano Uto Ughi, suo primo grande ispiratore. Suona un violino costruito da Pietro Rogeri a Brescia nel 1701, detto “il Milanollo”, già suonato un tempo anche da David Oistrakh.

GIAN DOMENICO MAZZOCATO

Gian Domenico Mazzocato è uno degli autori trevigiani più noti. Fine latinista, poeta e scrittore, è considerato uno dei narratori della cultura e della storia veneta più raffinati e attenti. Tra la sua vasta produzione, degno di nota è l’ultimo romanzo “Il castrato di Vivaldi”, dove l’autore coniuga la nostra storia con quella della musica, dando al romanzo un respiro a livello più ampio e internazionale. L’autore leggerà brani tratti da opere della sua produzione.

Sabato 22 Giugno – Concerto del solstizio

June 9th, 2019 | Posted by SalottoMusicale in Eventi | Silea - (Comments Off on Sabato 22 Giugno – Concerto del solstizio)

SABATO 22 GIUGNO ORE 5:30 – AREA DELLA CENTRALE ELETTRICA, VIA ALZAIA, SILEA
ALMA SWING
Lino Brotto, chitarra principale
Mattia Martorano, violino,
Andrea Boschetti, chitarra ritmica
Beppe Pilotto, contrabbasso

Letture a cura di Max Solinas, autore de “Il lupo e l’equilibrista” (Garzanti editore)

 

Anche quest’anno torna il tradizionale concerto del solstizio d’estate, proposto dall’assessorato alla cultura del Comune di Silea, in collaborazione con il Salotto Musicale. Giunto ormai alla settima edizione, quest’anno propone un programma diverso rispetto agli anni scorsi: protagonisti della parte musicale saranno infatti gli Alma Swing, gruppo famoso per le sue sonorità swing tipiche della Parigi Anni Trenta, tra cui spicca il tributo al grande chitarrista manouche Django Reinhardt. Quest’anno ci proietteremo verso l’estate infatti in modo vivace e frizzante, accompagnati dalla ritmica dei ruggenti anni Trenta.
Ad alternare i momenti musicale saranno le letture di Max Solinas, scrittore e scultore di Cison di Valmarino, che ha recentemente pubblicato un libro dal titolo “Il lupo e l’equilibrista” con Garzanti Editore, da cui leggerà alcuni brani.

Ingresso libero e gratuito come tutti gli anni. Invitiamo il pubblico a vestirsi con colori chiari e a portarsi una coperta o un seggiolino sul quale accomodarsi sul prato per godersi il concerto.

In caso di maltempo il concerto si terrà presso il centro Tamai, Silea.

Treviso, 7 Aprile ’44

March 20th, 2019 | Posted by SalottoMusicale in Eventi | Treviso | Treviso città - (Comments Off on Treviso, 7 Aprile ’44)

DOMENICA 7 APRILE 2019 ORE 17:30 – TEATRO COMUNALE MARIO DEL MONACO, TREVISO
“TREVISO, 7 APRILE ’44”
Stefano Mazzoleni, direttore
Giacomo Franci, pianoforte
Orchestra Filarmonica del Veneto

In occasione del 75° anniversario del bombardamento di Treviso, i Maestri Gianni Ephrikian e Stefano Mazzoleni hanno voluto omaggiare la città di Treviso con una composizione originale scritta in memoria di quel tragico giorno. “Treviso, 7 Aprile ’44” sarà infatti eseguito in prima esecuzione assoluta in occasione di questo concerto, per il quale è stato composto appositamente. Oltre a questo, anche il concerto per pianoforte ed orchestra “Marco Polo”, recentemente insignito della medaglia d’argento ai Music Awards di San Diego (USA), verrà eseguito in prima esecuzione assoluta.

Biglietti:
Posti in platea e palchi centrali 25 euro, palchi laterali 20 euro, loggione 15 euro.
Prevendita: Mezzoforte, via Giovanni Pascoli 11, Treviso, tel. 0422 540365 (+1 euro D.P.)

Sabato 23 Giugno – Concerto all’alba

June 15th, 2018 | Posted by SalottoMusicale in Eventi | Silea | Treviso - (Comments Off on Sabato 23 Giugno – Concerto all’alba)

Sabato 23 Giugno ore 5:30 – Area della centrale idroelettrica, via Alzaia, Silea
CONCERTO DEL SOLSTIZIO
Sonetti di Shakespeare e musica dell’età elisabettiana
Quintetto di ottoni “Image Brass” di Dolomiti Symphonia
Giovanni Vello e Stefano Boz, trombe
Massimo Zanolla, corno
Mauro Valente, trombone
Federico Faoro, basso tuba
Lettura dei sonetti a cura di Marco Zabai
Corno annunciatore: Alberto Cappiello

Ingresso libero e gratuito

 

Torna anche quest’anno il tradizionale concerto all’alba per salutare l’arrivo dell’estate lungo del rive del fiume Sile. Novità di quest’anno, il concerto si terrà alle ore 5:30, mezz’ora prima dei precedenti anni, in modo da poter godere ancora di più del sorgere del sole. Quest’anno saluteremo l’arrivo dell’estate con un concerto dedicato all’Inghilterra elisabettiana, con musiche molto di atmosfera accompagnate da letture dei celeberrimi sonetti shakespeariani. A questo momento poetico seguirà come ogni anno, per chi volesse, la possibilità di fare colazione presso l’Osteria “Da Nea”, dall’altro lato del fiume.
Invitiamo il pubblico a portarsi coperte o seggiolini per accomodarsi sul prato e, a chi facesse piacere, a vestirsi di bianco per partecipare al sorgere del sole.
In caso di maltempo a partire dalla serata precedente, il concerto si terrà presso il Centro Culturale “C. Tamai” di Silea, via Roma 8.

Domenica 12 Novembre 2017 – Musica Picta, il colore che suona

November 6th, 2017 | Posted by SalottoMusicale in Treviso | Treviso città - (Comments Off on Domenica 12 Novembre 2017 – Musica Picta, il colore che suona)

DOMENICA 12 NOVEMBRE 2017 ORE 16:30 – MUSEO DI SANTA CATERINA, TREVISO
MUSICA PICTA
Il colore che suona: viaggio tra la musica e la pittura dal XIV al XVI secolo
Musica con proiezioni
Con: Kalicantus Ensemble
Direttore: Stefano Trevisi

Ingresso libero

Il museo di Santa Caterina si trova in Piazzetta Mario Botter 1, Treviso.

Info:
tel: 392 5206701
e-mail: treviso@salottomusicale.it

Musica picta, il colore che suona” è un progetto di Kalicantus Ensemble dedicato alla musica rappresentata nelle opere pittoriche dei secoli dal XIV al XVI. I numerosi ritrattisti e pittori dei tempi antichi amavano collocare tra gli oggetti “di scena” che componevano lo specchio pittorico cartigli, petrarchini (raccolte di poesie) e spartiti musicali per voce o liuto: vere e proprie citazioni delle musiche più in voga dell’epoca. Le opere pittoriche di Michelangelo Merisi detto “il Caravaggio” sono forse l’esempio più eclatante e palese perché commissionate da un gruppo di persone appartenenti all’elite culturale della Roma papalina che amava disseminare di “indizi” le opere artistiche di cui si circondava. I dipinti che Caravaggio esegue per i suoi colti committenti romani, il cardinal Del Monte e il marchese Vincenzo Giustiniani, rappresentano così il punto di partenza di quanto accade nella storia dell’arte romana di quel periodo: l’entrata in scena di un soggetto fortissimamente simbolico come la Musica.
Kalicantus mette in scena e in voce il suono di queste opere che in sé non conservano solo la vibrazione della luce scelta dal loro esecutore ma anche la vibrazione sonora dei brani citati in un percorso non solo unico ma ricco di sorprese legate alla storia della committenza e dei gusti personali dell’epoca ritratta.

Kalicantus nasce durante il periodo del Natale 2012 dall’incontro di un gruppo di amici provenienti da diverse esperienze musicali.
Costituitosi come gruppo “aperto” a seconda delle necessità del repertorio affrontato, Kalicantus ha iniziato la sua attività partecipando alla stagione di Musica antica del Castello di Monselice presentando in occasione dei 450 anni della nascita di John Dowland (1563) un progetto dedicato alla musica nella corte delle regine Tudor celebrando così uno dei padri della polifonia inglese.
Nel mese di luglio 2013 ha inaugurato l’Estate culturale tizianesca con un concerto dedicato alle musiche della corte dell’imperatore Carlo V in occasione dell’arrivo in Italia del fondo di opere di Tiziano Vecellio del Museo nazionale di arte antica di Anversa. Da quell’anno Kalicantus è divenuto ospite fisso all’interno delle manifestazioni organizzate dalla Fondazione Tiziano Vecellio.
Nel marzo 2015 Kalicantus è stato invitato al Festival di musica antica Wunderkammer presentando il programma L’Alba del Gusto eseguito nel salone del trono e delle feste del Castello di Miramare di Trieste dedicato alla musica nelle feste di corte rinascimentali in collaborazione allo studioso Alessandro Marzo Magno.
Ha collaborato con la clavicembalista Paola Erdas in un originale concerto dedicato alla figura di Antonio Cabezon.
Nell’aprile 2015 è stato invitato dalla cantante e direttrice francese Anne Azéma ad affiancare The Boston Camerata nell’esecuzione dei Carmina Burana medievali nella data italiana della tourneé europea del celeberrimo gruppo americano.
Nel 2016 ha vinto il terzo premio al Concorso Internazionale di Interpretazione Vocale “Irene” di Chivasso (TO).

SOPRANI: Sara Carraro, Marta Celebrin, Giovanna Maronese, Carolina Pupo
CONTRALTI : Cinzia Barro, Michela Campaner, Rosella Vendramini
TENORI : Giovanni Frasson, Flavio Mellinato, Giampaolo Gobbo
BASSI : Ezio Liziero, Luca Misserotti
DIRETTORE: Stefano Trevisi