Sabato 14 Ottobre 2017 – Incontri, Laura Ephrikian

October 9th, 2017 | Posted by SalottoMusicale in Treviso | Treviso città - (Comments Off on Sabato 14 Ottobre 2017 – Incontri, Laura Ephrikian)

La mia casa di campagna – Giovedì 12 Ottobre 2017

October 8th, 2017 | Posted by SalottoMusicale in Treviso | Treviso città - (Comments Off on La mia casa di campagna – Giovedì 12 Ottobre 2017)

GIOVEDì 12 OTTOBRE ORE 19:30, LOGGIA DEI CAVALIERI, TREVISO

In collaborazione con il festival letterario CartaCarbone

Viaggio alla riscoperta di casoni, rustici e barchesse, architetture venete minori attraverso la lettura di brani tratti dal romanzo

 

“LA MIA CASA DI CAMPAGNA”

di Giovanni Comisso

 

Lettura scenica in forma originale da un’idea di Gino Torresan

 

INTERPRETI:
Fanny Granzotto
Laura Berton
Simona Guardati

 

PARTI CANTATE
Coro di Stramare

DIRETTO DA
Elena Filini

 

ELABORAZIONE GRAFICA
Tommaso Sabbadin

Ingresso unico: 5 euro

Info e prenotazioni:
e-mail: treviso@salottomusicale.it
tel: 392 5206701

  

Attraverso la lettura del romanzo si vogliono ricreare spaccati sociali vissuti da Giovanni Comisso dall’acquisto del suo podere nel 1930 al 1969, anno della sua morte. L’excursus contiene immagini che rappresentano momenti della vita di campagna di Comisso, ma è anche un viaggio alla riscoperta di architetture minori tipiche del periodo e meritevoli di recupero al degrado, presenti in misura rilevante nelle province di Treviso, Padova e Venezia (case “de paia”, “a pepian”, “de piera”, “de contadini”, “casete”). Inoltre, sono presenti iconografie degli attrezzi di quegli anni per i diversi mestieri, del contadino, del fabbro, del calzolaio, del mugnaio. Ognuno dei cinque momenti di lettura è preceduto da “cante” popolari dell’epoca.

 

L’OPERA E LO SCRITTORE

 

Cenni su “La mia casa di campagna”

Nel 1930, appena rientrato dal suo più lungo viaggio in Estremo Oriente, Comisso decise di realizzare il suo più grande sogno, con l’acquisto di un podere e di una casa nella campagna trevisana. Così, con felice trasgressione della professione giornalistica, che lo aveva portato in giro per il mondo, diventò un piccolo proprietario terriero e rovesciò il mondo intero nelle prospettive agresti. Un libro autobiografico, un testo sedimentato che si compone di pagine scritte in epoche diverse, tutte confluenti a formare un “romanzo dei sentimenti”.

 

Giovanni Comisso

E’ stato il più estroso tra gli scrittori vicini alla rivista Solaria; gli scritti riflettono la sua vita irregolare, densa e profonda di un uomo di mondo. Come per molti autori del tempo, gran parte delle sue raccolte derivano da corrispondenze, articoli giornalistici e racconti che allora si usava pubblicare nella terza pagina dei quotidiani.Autore prolifico, eccelle nelle prose di memoria: “Le mie stagioni”1951; “Giorni di Guerra”, 1930, in cui racconta l’esperienza di volontario nel primo conflitto mondiale tra coloro che presero parte il 12 settembre 1919 all’impresa di Fiume, al seguito di Gabriele D’Annunzio; “La mia casa di campagna”, 1958; “Mio sodalizio con De Pisis”, 1954; “La virtù leggendaria”, 1957. Ha vinto prestigiosi premi, come nel caso di “Gente di mare”, 1928, premio Bagutta, tradotto in francese da Valery Larbaud, che rimane a tutt’oggi l’opera più fortunata di Comisso e “Capricci italiani”, 1952, che a Viareggio vinse il premio speciale per la narrativa; infine, “Un gatto attraversa la strada”, 1955, vincitore del premio Strega. Dal felice esordio de “Il porto dell’amore”, 1924, fino a Cribol, 1964, Comisso conclude la sua attività letteraria con una stesura riveduta del libro “La mia casa di campagna”, un anno prima della sua scomparsa. Omosessuale dichiarato, ebbe nella sua lunga vita avventurosa alcune relazioni anche di lunga durata. Portò avanti un lungo sodalizio con i pittori De Pisis e Martinelli e con lo scultore Arturo Martini. Dopo una vita vissuta con vitalità e curiosità, il 21 gennaio1969, muore serenamente nella sua Treviso, città che nel 1979 gli intitolerà il premio letterario “Giovanni Comisso città di Treviso” e nel2000 l’opera “L’ombra di Comisso e il naufragio della Bronsa” dell’artista Mario Martinelli.

 

 

 

Autunno 2017

October 6th, 2017 | Posted by SalottoMusicale in Treviso | Treviso città - (Comments Off on Autunno 2017)

Giovedì 12 Ottobre ore 19:30 – Loggia dei Cavalieri, Treviso (in caso di maltempo, Palazzo dei Trecento)
LA MIA CASA DI CAMPAGNA
Omaggio a Giovanni Comisso
Regia: Gino Torresan
Interpreti: Fanny Granzotto, Laura Berton, Simona Guardati
Con: Coro di Stramare, diretto da Elena Filini

Biglietto unico: 5 euro
In collaborazione con CartaCarbone Festival

Sabato 14 Ottobre ore 17:00 – Libreria Lovat, Villorba
INCONTRI
Laura Ephrikian, attrice e scrittrice, presenta la sua autobiografia
Racconti e ricordi di una vita straordinaria tra cinema, teatro, televisione e impegno sociale
Intermezzi musicali a cura di Davide Riccoboni, chitarra
Conduce: Cristiana Sparvoli

Ingresso libero

Venerdì 27 Ottobre ore 21:00 – Auditorium Stefanini, Treviso
MY FAVOURITE SWING
Righèa Big Band
Un viaggio dallo swing al blues, passando per rhythm and blues, jazz, latin e funk
Direttore: Denis Feletto

Biglietto unico: 5 euro

Domenica 12 Novembre ore 16:30 – Museo Santa Caterina, Treviso
MUSICA PICTA
Il colore che suona: viaggio tra la pittura e la musica dal XIV al XVI secolo
Con: Kalicantus Ensemble
Direttore: Stefano Trevisi

Ingresso libero

Al termine di ogni evento della rassegna brindisi con i vini di Viticoltore Ponte.

I luoghi:
Loggia dei Cavalieri, Via Martiri della Libertà, Treviso
Libreria Lovat, Via Isaac Newton 13, Villorba, Treviso
Auditorium Stefanini, Viale Terza Armata 35, Treviso
Museo Santa Caterina, Piazzetta Mario Botter 1, Treviso

Concerto all’alba – 24 Giugno 2017

June 21st, 2017 | Posted by SalottoMusicale in Eventi | Silea | Treviso - (Comments Off on Concerto all’alba – 24 Giugno 2017)

Come ogni anno, torniamo anche quest’anno con il tradizionale concerto all’alba sulle rive del fiume Sile.

Vi aspettiamo sabato 24 giugno alle ore 6 nel prato presso la centrale Enel di Silea (dove si svolge la “festa dea sardea”) per un’ora di suggestiva musica per salutare l’alba e l’arrivo dell’estate. Quest’anno in programma un’alternanza di musiche da film e musiche inedite per chitarra e archi, che ben si sposano con l’atmosfera magica del sorgere del sole. Ospiti il Quartetto d’archi Frau Musika (Dora Serafin e Hanny Killaars, violino, Marcella Campagnaro, viola, Odilla Sonda, violoncello) insieme al Duo Faretrà (Marco Mariani, clarinetto e Daniele Carnio, contrabbasso), che insieme al chitarrista Roberto Gemo daranno vita a un ensemble di sette strumentisti pensato apposta per l’occasione. In programma musiche tratte da colonne sonore famose quali “C’era una volta in America” e “The Mission” di Ennio Morricone, “Il Postino” di Bacalov e “Otto e mezzo” di Nino Rota, oltre a brani inediti per chitarra e archi composti dal chitarrista Roberto Gemo.

A fine concerto, come da tradizione, pubblico e artisti saranno coinvolti nel “terzo tempo”: la colazione dolce e salata da gustare nella vicina Osteria della Nea, tra i più noti luoghi di ristoro della Restera.

L’ingresso è libero e aperto a tutti. Invitiamo il pubblico a portarsi una coperta o uno sgabello per accomodarsi sul prato.

Ringraziamo il Comune di Silea per la disponibilità e la collaborazione nell’organizzazione e Viticoltori Ponte, main sponsor della rassegna “Salotto Musicale”.

Giovedì 6 Aprile 2017 – Duo Faretrà

March 30th, 2017 | Posted by SalottoMusicale in Treviso | Treviso città - (Comments Off on Giovedì 6 Aprile 2017 – Duo Faretrà)

GIOVEDì 6 APRILE 2017 ORE 21:00 – CHIESA DI SAN GREGORIO
Duo Faretrà
Un insolito duo
Marco Mariani, clarinetto
Daniele Carnio, contrabbasso
Musiche di Hindemith, Gould, Bacalov, Piazzolla

Ingresso: 5 euro

Per info e prenotazioni:
tel. 392 5206701
e-mail: treviso@salottomusicale.it

Al termine dell’evento brindisi con il prosecco di Viticoltori Ponte, main sponsor della rassegna.

A conclusione della stagione primaverile 2017, il Salotto Musicale propone un insolito duo: clarinetto e contrabbasso. Nonostante il particolare accostamento di strumenti, il programma che il duo propone è molto accattivante, alternando musica classica a brani tratti da colonne sonore, come ad esempio quella de “Il Postino”, e pezzi molto noti come “Oblivion” di Astor Piazzolla e alcuni brani della tradizione klezmer.

Marco Mariani, inizia lo studio del clarinetto nella banda di Trezzo sull’Adda con il maestro Giancarlo Durelli. Si diploma come privatista al conservatorio G.Verdi di Como sotto la guida del maestro Claudio Carrara e successivamente si perfeziona con Fabrizio Meloni, primo clarinetto del Teatro alla Scala di Milano. Nel giugno del 2010 consegue l’abilitazione all’insegnamento con il Biennio di II livello per la formazione docenti presso l’Istituto Musicale Pareggiato “Claudio Monteverdi” di Cremona e nel marzo 2013 consegue la laurea di II livello in Musica da camera presso il conservatorio “L.Marenzio” di Brescia. E’ titolare della cattedra di clarinetto presso l’Istituto Comprensivo di Castelfranco Veneto e docente di Laboratorio di Musica d’insieme presso il Liceo Musicale “Giorgione” di Castelfranco Veneto. Accanto all’attività didattica, ha al suo attivo numerosi concerti, sia in veste di solista sia in diverse formazioni cameristiche, dal duo all’ottetto, in prestigiose rassegne concertistiche. È da menzionare la sua frequente partecipazione al complesso di palcoscenico del Teatro alla Scala di Milano. Partecipa a diversi concorsi ottenendo consensi e premi. Dall’anno 2010 in duo con la flautista Rossella Biagioni ha ottenuto riconoscimenti in numerosi Concorsi Internazionali di Musica da Camera, fra i quali spiccano due primi premi assoluti al concorso “Carlo Mosso” di Alessandria e “Città di Bardolino”. Nel 2012 al concorso ”Carpineti in Musica”, oltre ad aver ottenuto il primo premio, il duo si aggiudica anche il Premio speciale di merito per l’esecuzione di musica del Novecento.

Daniele Carnio, comincia a suonare il contrabbasso a 16 anni. Studia al Conservatorio di Castelfranco Veneto con F. Marzorati e A. Dominijanni diplomandosi nel 2002 e in seguito conseguendo il Diploma di specializzazione nel 2008. Si perfeziona privatamente con M. Liuzzi e all’Hochschule di Norimberga con D. Marc diplomandosi nel 2005. Ha seguito masterclass con A. Posch, G. Ettorre, P. Iuga, U. Fioravanti, G. Ragghianti. Supera le selezioni per l’Orchestra Giovanile Italiana, l’Orchestra Giovanile Europea (EUYO) e la Gustav Mahler Jugendorchester (GMJO). Nel 2006 partecipa alle tournée della GMJO sotto la direzione di C. Abbado e P. Jordan. Dal 2006 al 2013 diviene membro dell’Orchestra Mozart diretta da C. Abbado e dal 2007 al 2009 partecipa alle attività dell’Accademia dell’Orchestra Mozart che lo ha visto impegnato in concerti di musica da camera in formazioni dal duo al settimino, e con l’orchestra da camera. L’interesse per la musica da camera lo ha portato a suonare in diverse formazioni eseguendo i pezzi più importanti della letteratura musicale che prevedono la presenza del contrabbasso. L’attività in orchestra lo ha portato ad esibirsi nelle più importanti sale e teatri in Italia e in Europa con grandi direttori e solisti collaborando con l’Orchestra del Teatro alla Scala, l’Orchestra Filarmonica della Scala, l’Orchestra Filarmonica del Teatro Regio di Torino, l’Orchestra da Camera di Mantova, l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta, con l’Orchestra Filarmonica del Teatro La Fenice anche come primo contrabbasso, l’Orchestra di Padova e del Veneto. Dal 2012 è primo contrabbasso dell’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta. Nel 2014 con l’Orchestra da camera “Giacomo Facco, musico veneto” partecipa a diversi concerti della stagione “Armonie di Vie” anche come solista con il violinista Luca Dalsass nell’esecuzione del Gran Duo Concertante per violino e contrabbasso di G. Bottesini. Nel 2015 collabora con l’Orchestra del Teatro alla Scala e la Filarmonica del Teatro alla Scala, l’Orchestra Filarmonica del Teatro Regio di Torino, l’Orchestra da Camera di Mantova. Affianca all’attività concertistica un’intensa attività didattica. Si occupa di lezioni concerto e progetti di lettura e musica per i bambini in età prescolare, svolge cicli di incontri di educazione musicale presso varie scuole primarie, ha partecipato alla messa in scena di diverse fiabe musicali per i bambini e ragazzi della scuola primaria e secondaria.